PRIMA INFANZIA

I passi fondamentali verso l'integrazione si fanno già durante la prima infanzia.

Spesso, le anomalie nello sviluppo del bambino vengono constatate da levatrici o pediatri.
Questo può verificarsi subito dopo il parto, oppure nei primi mesi e anni di vita. In genere, i genitori vengono indirizzati verso gli uffici competenti nel cantone di residenza. Prima della scolarizzazione, i genitori sono accompagnati e aiutati da specialisti sanitari (di norma pediatri o personale sanitario specializzato), consultori per madri e padri, come pure da professionisti attivi nell'ambito dell'educazione precoce speciale. Le prime informazioni specifiche circa l’andicap e i diversi servizi (ad es. gruppi ludici o asili nido diurni) e le consulenze individuali vengono proposte dalle organizzazioni di autoaiuto per genitori o dai consultori professionali per persone portatrici di andicap nel proprio cantone. Tra queste associazioni si trovano le piattaforme cerebral (francese, anche in tedesco), insieme (tedesco, anche in francese) o Pro Infirmis – e, nel caso specifico del Ticino, L’associazione ticinese di genitori ed amici dei bambini bisognosi di educazione speciale atgabbes.

Nel campo sociale e della medicina preventiva operano consulenti per madri e padri. Sono specializzati nel campo dello sviluppo fisico, psichico e mentale del neonato e del piccolo, e danno consigli sui temi dell'allattamento, della nutrizione, della cura e dell' educazione.

I genitori di bambini con disabilità possono pretendere dalla scuola “adeguate prestazioni pedagogiche speciali per il loro bambino” (CDPE, Accordo intercantonale sulla pedagogia ed educazione speciale, vedi basi legali). In genere queste prestazioni sono offerte da educatrici specializzate in educazione precoce speciale. I servizi di educazione precoce speciale esistono in tutti i cantoni, con alcune differenze concernenti il metodo organizzativo. L’educatrice specializzata accompagna e sostiene i bambini e le loro famiglie dalla nascita e al massimo fino al secondo anno di scolarizzazione (vedi scuola). Poiché l’educazione precoce speciale  fa parte dell’offerta cantonale di pedagogia speciale, questo servizio è gratuito.

Svizzera tedesca, retoromancia e italiana: le informazioni generali (in tedesco) riguardanti il lavoro delle educatrici e degli educatori speciali (nelle varie lingue) sono disponibili sul sito web della loro federazione professionale BVF. Inoltre vi si trovano informazioni esaustive, specifiche per i genitori (in tedesco). Gli indirizzi dei vari servizi di educazione precoce speciale nei cantoni si trovano qui. La BFV ha composto una preziosa raccolta di link che tratta vari temi importanti nell'ambito dell’età prescolastica.